Sana, Zelphy, Thid: due romagnole e una romana che si dedicano a numerosi folli progetti artistici ed elaborano piani diabolici per conquistare il mondo.

Sana

10262149_10204301622564999_5255536651637796618_nHo iniziato a scrivere per caso, per mantenere una promessa fatta al mio gruppetto di nerd-amici delle medie: cioè di mettere su carta le avventure del nostro strampalato gruppo di D&D. Da quel momento, semplicemente, non ho più smesso. Sono un’osservatrice, amo conoscere e scoprire, poi rielaboro tutto nella mia testa [...]

I monologhi di Sana

Zelphy

il buio tra le stelleLa mia mente non ama stare ritta nella certezza, o seduta docile nella determinatezza del farsi utile. Non ama essere prono strumento di un proficuo obbiettivo. Preferisce rivoltarsi e torcersi su se stessa molteplici volte, come quel piccolo biglietto in mano all’adolescente, che promette un segreto [...]

Rubrica Scarabocchi

Thid

philosopher

Scribacchina con una Musa molto capricciosa! … Una notte dei miei 27 anni ho realizzato che scrivo incubi… e mi piace… Amo le storie in ogni forma (sono una grande fan di Buffy l’ammazzavampiri). Sono cresciuta con Tolkien e Philip Dick, poi ho scoperto Natsuo Kirino e leggo avidamente tutti i suoi romanzi [...]

I miei racconti

Le autrici

Crediamo in una rete libera da censura, che possa veicolare contenuti garantendo la privacy di coloro che la alimentano.

Vogliamo analizzare l‘interazione uomo-macchina indagando le modalità con cui i computer hanno cambiato la nostra vita e il modo di concepire noi stessi e gli altri.

In senso parallelo e complementare ci proponiamo di affrontare una riflessione circa la necessità di uno spazio di privacy essenziale alla salvaguardia delle libertà individuali.

Ci interessano gli esseri umani, come persone e come personaggi. Sentiamo che in un mondo dove tutto è materia spesso non esiste il senso di responsabilità nei confronti del prossimo. Cerchiamo di fare la nostra parte per invertire questa tendenza evitando con ogni mezzo di chiuderci in una bolla dorata, partecipando del mondo e battendoci contro ogni snobismo intellettualoide.

Ci appassionano l’arte contemporanea e ai suoi linguaggi,chesono molteplici e spesso non chiaramente delimitati: il teatro, la danza, l’arte figurativa, la body art, la video arte, la performing art. La simbiosi è programmatica per molti artisti, e la confusione è una cosa a cui, come spettatrici, siamo affezionate.

Ci affascinano i linguaggi sperimentali, performativi ma anche figurativi. Pensiamo che una formazione approfondita sia fondamentale per affrontare la ricerca di un metodo di senso che permetta di avere coordinate attraverso cui far scivolare il significato e l’emozione.

Crediamo che la curiosità e la ricerca di metodologie comunicative sempre nuove (riferendoci al nuovo non in termini assoluti, quanto piuttosto a una scoperta dell’inesplorato sul piano individuale) sia parte integrante di un processo di arricchimento personale e collettivo.

Il nostro stesso percorso come Philomela997 non è altro che una continua sperimentazione, un progetto in perenne mutamento.

estate 2014

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 573 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: