Manifesto

watercolor_warrior_by_fairiesndreams-d5c9031

Philomela997 è uno spazio virtuale di formazione, analisi e critica attraverso l’arte.

Crediamo che l’arte e la rete siano spazi di libertà da sviluppare e difendere, a cui tutti possano apportare un contributo.

Non ci possiamo fermare alla soluzione più semplice, non vogliamo ridurre le nostre aspettative. Vogliamo pensare ‘out of the box’, ma per farlo è necessario iniziare a concepire la realtà, i rapporti umani, la scienza e l’arte, l’esistenza, fuori dalla scatola.

Crediamo in un’umanità non succube dell’ottica di mercato, capace di sviluppare una coscienza critica, che lotti per ottenere e conservare la libertà di pensiero, opinione, espressione.

Ci proponiamo di analizzare la società delle ICT (Information Communication Technologies) dal punto di vista della comunicazione del valore, parallelamente alla verifica dei concetti proposti dalla Scuola di Francoforte, Hannah Arendt e Bauman. L’assunto di base che muove questa ricerca è la convinzione della necessità di un nuovo illuminismo.

Crediamo in una rete libera da censura, che possa veicolare contenuti garantendo la privacy di coloro che la alimentano.

Vogliamo analizzare l‘interazione uomo-macchina indagando le modalità con cui i computer hanno cambiato la nostra vita e il modo di concepire noi stessi e gli altri.

In senso parallelo e complementare ci proponiamo di affrontare una riflessione circa la necessità di uno spazio di privacy essenziale alla salvaguardia delle libertà individuali.

Ci interessano gli esseri umani, come persone e come personaggi. Sentiamo che in un mondo dove tutto è materia spesso non esiste il senso di responsabilità nei confronti del prossimo. Cerchiamo di fare la nostra parte per invertire questa tendenza evitando con ogni mezzo di chiuderci in una bolla dorata, partecipando del mondo e battendoci contro ogni snobismo intellettualoide.

Ci appassionano l’arte contemporanea e ai suoi linguaggi,chesono molteplici e spesso non chiaramente delimitati: il teatro, la danza, l’arte figurativa, la body art, la video arte, la performing art. La simbiosi è programmatica per molti artisti, e la confusione è una cosa a cui, come spettatrici, siamo affezionate.

Ci affascinano i linguaggi sperimentali, performativi ma anche figurativi. Pensiamo che una formazione approfondita sia fondamentale per affrontare la ricerca di un metodo di senso che permetta di avere coordinate attraverso cui far scivolare il significato e l’emozione.

Crediamo che la curiosità e la ricerca di metodologie comunicative sempre nuove (riferendoci al nuovo non in termini assoluti, quanto piuttosto a una scoperta dell’inesplorato sul piano individuale) sia parte integrante di un processo di arricchimento personale e collettivo.

Il nostro stesso percorso come Philomela997 non è altro che una continua sperimentazione, un progetto in perenne mutamento al fine di comunicare il meglio possibile il messaggio che intendiamo condividere.