Connessioni

Rubrica Scarabocchi -  I Monologhi di Sana – Rubrica

Connessioni.
Non siamo altro.
Il mio cervello pensa, i miei occhi osservano,
il mio cuore batte,
le mie mani scrivono.
E tutto sta insieme così…
Connessioni.
Sottilissimi nervi che portano
piacere e dolore.
Labili, impalpabili connessioni,
sciocchi impulsi elettrici.
Ma vorrei tirare via il lenzuolo
e scoprire con un trucco a effetto
tutto quell’universo che si nasconde dietro ai miei occhi di vetro.
Ma così, non è altro che una visione confusa e distorta.
Di lacrime,
di sorrisi,
di bagliori.
Vorrei di nuovo misurare le mie mani sulle tue
per scoprire se sono cresciuta.
Per capire perché mi emoziono.
Altrettanti sguardi famelici mi assalgono
pronti a leccarmi l’anima.
E io, martire, li lascio fare, distogliendo l’attenzione.
Mi spengo, mi addormento,
tornando nella mia crisalide.

Costruire connessioni al di fuori di sé
è come
passare
attraverso lo specchio
di Alice.
E ritornare
da viaggi
così intensi
è come aver portato un po’ dell’altro
mondo
con sé.
Sono troppo avventata,
ho in me troppi sogni
e troppa ingenua curiosità
per non voler scoprire
dove porta davvero
la tana
del Bianconiglio.

 

Joint venture: testo di Sana, immagine di Zelphy

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...