Wagner – Beethoven – Brahms

Rubrica – La maschera

Giovedì 25 e venerdì 26 ottobre il programma dell’Auditorium Rai di Torino prevedeva:

Richard Wagner (1818-1883)

Rienzi. Overture

Molto sostenuto e maestoso

Allegro energico

Molto più stretto

***

Ludwig Van Beethoven (1770-1827)

Concerto n. 5 in mi bemolle maggiore op. 73 per pianoforte e orchestra Imperatore (1808-1809)

Allegro

Adagio un poco mosso

Rondò. Allegro

***

Johannes Brahms (1833-1897)

Quartetto n. 1 in sol minore op. 25 per pianoforte e archi (1861)

L’Auditorium proponeva la versione orchestrata da Schonberg, io invece preferisco l’originale (senza nulla togliere a Schonberg, ovviamente!)

1. Allegro
2. Intermezzo: Allegro
3. Andante con moto
4. Rondo alla Zingarese: Presto

***

La prossima settimana – Giovedì 1 e Venerdì 2 novembre

Johannes Brahms

Ein Deutsches Requiem op. 45

per soli, coro e orchestra

Immagine Wagner

Immagine Beethoven

Immagine Brahms

Annunci

9 thoughts on “Wagner – Beethoven – Brahms

  1. Purtroppo non “siamo dietro l’angolo”… ma se non ci fossero i ragazzi, una serata simile non la perderemmo! Un repertorio davvero eccezzionale…
    Noi fortunatamente abbiamo la possibilità di raggiungere Lucerna o Zurigo in un paio d’ore dove ci sono le rispettive Tonhhalle… anche se i concerti d’autunno o quelli della OSI a Locarno e Lugano non sono male…
    Grazie per dare spazio alla musa Euterpe :-) carissima, ti abbraccio
    Claudine

    Mi piace

    1. Devo dire che vivere a Torino ha i suoi vantaggi! eheh anche se l’auditorium spesso è mezzo vuoto e di giovani se ne vedono pochi…
      Anche per questo mi sono decisa a postare qualcosa qui, per contribuire nel mio piccolo a divulgare quest’arte meravigliosa che temo si stia un po’ perdendo
      :)
      Buon fine settimana cara!
      e.

      Mi piace

      1. Non dovremmo dare la colpa ai giovani, cara amica… ma piuttosto ai genitori che non si prendono il tempo di portare questa passione ai più piccoli! Ammetto che essendo una passione, la musica classica, forse non è per tutti in quanto va compresa… ascoltata, magari più volte lo stesso pezzo, per cogliere le sfumature le più piccole… Nella nostra famiglia è una specie di “rito” ma questa è una lunga, lunghissima storia…
        sereno fine settimana :-D claudine

        Mi piace

        1. Ah ma infatti non è colpa dei giovani, però nemmeno la darei tutta ai genitori, che magari a loro volta non conoscono la musica classica. Sembra che sia la società in generale a disincentivarne l’ascolto. Anche a scuola non si studia più ^^
          Ciao cara buona serata!

          Mi piace

  2. Io sono uno dei pochi giovani che cerca di essere presente all’Auditorium! Concerto di ieri sera davvero stupendo. Tre lavori fantastici. Anche se ho un debole per Beethoven, ho apprezzato molto anche i lavori di Wagner e Brahms. Devo dire che l’orchestrazione del quartetto di quest’ultimo non mi è affatto dispiaciuta! Bravo Schonberg! Un mio parere sulla serata: http://bennybelcher.wordpress.com/2012/10/27/concerti-wagner-il-concerto-imperatore-e-la-quinta-di-brahms/

    Mi piace

  3. Ciao Thid, vivo in un piccolo centro, quindi non ho grandi occasioni per essere presente a Serate così e, a onor del vero la musica classica è un po’ una sconosciuta per me, ma so riconoscere a bellezza di questa Musica che sia di Beethoven, Brahms, Vivaldi o Chopin
    Grazie, anche se l’ ascolto prende un po’ di tempo, tornerò di nuovo per continuare.
    Un sorriso di buona domenica per te
    Mistral di Ombreflessuose

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...