Due di Picche

 La DEMOCRAZIA NEI RAPPORTI DI COPPIA [Secondo Pira]

Cap.8: Due di Picche

carta12

Arma fondamentale e vitale, soprattutto per noi donne, utilizzato moltissimo nel periodo estivo a causa dei picchi di flirt dovuti a surriscaldamento climatico.  E’caratterizzato in genere da poche e lapidarie parole che stroncano alla radice ogni speranza al malcapitato che si credeva di poter far con voi la parte del predatore.

Potreste essere attaccati in qualunque momento e qualunque luogo. In discoteca è d’obbligo. Frequentissimo nei bar- pub, potrebbe accadervi anche di essere fermati per strada, approcciati da chi si siede accanto a voi sull’autobus e sul treno, a volte anche a lavoro e in università. Non tutti i luoghi in cui si flirta si prestano al due di picche vero e proprio: possono richiedere un rifiuto maggiormente prolungato o altre strategie.

Perché invitare qualcuno a dare un due di picche? Due ragioni: primo, utilitaristico: se l’approccio è indesiderato, tanto vale stroncarlo subito, per economia di entrambi. Secondo, edonistico: è DIVERTENTISSIMO, soprattutto se non usate scuse fasulle.

Se siete persone ben educate e non abituate a dare risposte acide al prossimo, preparatevele precedentemente. Se, invece, vi viene spontaneo dovrete solo lasciare libera la vostra dote da freni inibitori. L’acidità non deve risultare dal tono della risposta: è più divertente se mantenete un atteggiamento cordiale e innocente. E’ il contenuto della risposta che dovrà risultare cinico e lapidario.

Eccovi alcuni pratici esempi che mi sono capitati e che potrete prendere a modello per elaborare un vostro personale kit di salvataggio.

  • In discoteca: “Ti va di ballare?”_ “No, io non ballo.” La parte divertente è che è davvero così: io non ballo. Se vi chiedono spiegazioni o sono insistenti dite che siete lì per compagnia, oppure che amate la musica ad alto volume.
  • Bar- pub: “Posso offrirti da bere?” oppure “Bevi qualcosa?”- puoi rispondere “No” oppure accettare, bere, ringraziare e salutare. Ricorda che nei due di picche il tempismo è essenziale.
  • In strada: “Ma noi ci conosciamo?”_ dopo il primo rifiuto, di solito, costui vi segue facendovi domande mirate per scoprire se siete libere come “Ma il tuo ragazzo non frequenta scienze politiche?”_ Rispondete costantemente NO. Non ascoltate e dite NO. Se vi fermano dicendo “Sei bella” o “Ti voglio bene” rispondete solo “grazie.” E tirate dritto.
  • Treno o autobus: qui si incontrano i casi più inquietanti. Attaccano bottone per tutto il viaggio e alla fermata ti propongono di andare a prendere un caffè assieme o ti chiedono il numero. “Ho fretta.” E te ne vai.
  • Lavoro e università: spesso in questi luoghi una netta e secca risposta non è possibile perché non è sempre facile distinguere quando si tenta un flirt e quando no. Fingete di non cogliere i tentativi di approccio.
  • Inviti ad uscire o altro:

a-       “Ciao. Esci con me… ?” _“Scusa. Devo andare al centro commerciale con i miei.”

b-      “Andiamo a….?”_ “Scusa. Devo riparare il tetto della mia casa al mare.”

c-       “Ti va di andare a ballare?” “Scusa. Sono al pronto soccorso, il cane mi ha aperto una gamba.”

Esistono anche i due di picche postumi come, ad esempio scrivere ad un ragazzo o ragazza che avete baciato la sera prima: “Scusa. Ero ubriaco, altrimenti non l’avrei mai fatto.”

Ricordatevi che l’ indifferenza in tutti questi casi è sempre l’arma più efficace ma non per questo la più divertente. In queste occasioni dire la verità vi procurerà una soddisfazione decisamente maggiore.

Buon divertimento.

23bd3c1c4f4e5517464c525bcc91087e_1_margot2dipicche

6 pensieri su “Due di Picche

  1. Forse l’ho già detto ieri (o forse no); no, non l’ho decisamente detto ieri.
    Comunque sia: “se nei vostri mazzi ci fossero meno due di picche e più donne di cuori sarebbe decisamente meglio” e, forse, aggiungo ora, con il tempo, alcune donne di cuori potrebbero, magari, diventare regine di cuori, forse (ma non ci contate troppo).

    Mi piace

      1. Ehm… “non curatrice” fondamentalmente è quello che ho scritto io sopra, pressapoco. Dall’articolo, invece, traspaiono picche a manetta e così non si fa la partita, tanto meno il gioco delle coppie.
        :-P

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...