51A59YZ5MQL

Manuali ‘must have’

Scrittura creativa

Ultimamente, grazie al fantastico Danilo che sa un sacco di cose e scova roba interessante che io non riuscirei MAI a trovare… ultimamente dicevo mi è capitato di leggere 2 manuali di scrittura, e alla fine mi chiedevo come avessi potuto scrivere qualcosa prima di averli letti.

Ovviamente si trattava di una prima impressione: vedersi scritta davanti a chiare lettere una scienza che prima avevi sudato per capire da solo è impressionante, ovviamente! Però, col senno di poi mi dico: forse è stato meglio scrivere qualche romanzo/racconto PRIMA di aver letto questa roba. Innanzi tutto perché così leggendo avevo facilità a collegare le spiegazioni con cose che già avevo scritto. Poi perché è sempre meglio non farsi influenzare troppo, nemmeno dai migliori!

Comunque, per venire al dunque, i due manuali sono:

On writing‘ di Stephen King

indexStory‘ di McKee

che a dire il vero è un manuale di sceneggiatura per il cinema, ma l’ho trovato utilissimo anche per i romanzi!!

51A59YZ5MQL

… buona lettura!! :D

3 pensieri su “Manuali ‘must have’

  1. Beh, ne abbiamo già discusso tempo fa… cara Elisa! E sai pertanto cosa penso in merito, senza nulla togliere alla delizia di constatare che anche “i grandi” utilizzano con saggezza qc. che noi facciamo di pancia e senza renderci conto di cosa esattamente si tratta. Avevo tempo addietro comprato il “mestiere di scrivere” di R. Carver – finito in un ripiano basso delle libreria, coi tascabili. Lo avevo trovato molto interessante ma forse come accaduto a te (senza assolutamente voler essere arrogante) ho continuato a perseverare nel mio stile personale… con l’interpunzione da rivedere… i fronzoli e ripetizioni da “limare”… ma con sincera e genuina voglia di restare quella che sono nel presentare emozioni vere intessute in storie
    Ognuno di noi ha un modo specifico di “portare fuori” le proprie emozioni, i propri mondi interiori, ed ognuno di noi artigiani della parola scritta, ha le proprie visioni soggettive…
    Non mi piace scopiazzare, anche se non è definibile propriamente “plagio” dacché si riprendere unicamente uno stile narrativo di uno scrittore affermato/famoso, ma comunque si perde di genuinità. Ogni tanto mi scontro verbalmente (ed è giusto sia così) con la critica costruttiva del mio magister o di chi recensisce i miei scritti (ad esempio la filosofa Colotti). Questo poiché il proprio genere di narrazione non deve forzatamente piacere a tutti i lettori… ed io continuerò a perdermi in descrizioni di come l’acqua scorre o un fiore sboccia ;-)
    Bacio e buon lungo fine settimana :-) claudine

    Mi piace

    1. Parole sante cara Claudine!! Devo dire che il manuale di Stephen King mi è servito più che altro perché mi ha fatto venire una gran voglia di scrivere, e ho trovato interessante soprttutto la parte autobiografica. McKee invece mi ha aiutato a rivedere la struttura in 3 atti del romanzo che sto scrivendo ora, ed effettivamente mi piace di più così rispetto a prima!! Lo stile però ovviamente deve essere personale, e io continuerò a ricercare il mio!
      Un abbraccio… da Bristol!! :P:P

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...