n4zbgqta6synhcyideff

SIX FEET UNDER E LA NARRAZIONE DEL LUTTO – su Philosophy Kitchen

La bella rivista online di filosofia Philosophy Kitchen ha pubblicato un mio articoletto (parte della rubrica Solipsismi), SIX FEET UNDER E LA NARRAZIONE DEL LUTTO:

Siamo a Los Angeles, nella funeral home della famiglia Fisher: la serie tv si apre con la morte del patriarca e prosegue con il cordoglio dei familiari e con le loro diverse reazioni al lutto.

Pur essendo girato per un pubblico di massa, Six Feet Under tratta in modo esplicito oltre che ironico argomenti che oggi sembrano essere diventati tabù, come la morte e il cordoglio ma anche e soprattutto il dolore che ne consegue. Infatti, le caratteristiche psicologiche e sociali dei personaggi sono l’occasione per trattare il tema della morte in modo pedagogico e per offrire allo spettatore un’interpretazione circa il modo di reagire al lutto.

Continua

Un pensiero su “SIX FEET UNDER E LA NARRAZIONE DEL LUTTO – su Philosophy Kitchen

  1. La morte è un “concetto materiale” al quale si dedica molta energia e spazio… da millenni.
    Forse il fulcro al quale ogni essere umano dotato di capacità cognitive, presto o tardi, si ritrova a rimuginare e discutere. A volte questo accade proprio quando una persona cara alla quale ci teniamo particolarmente, decede.
    L’elaborazione di questo tipo di “lutto” richiede la capacità di “distaccarsi” dal concetto materiale, visto quele attaccamento… e fin qui, il messaggio è chiaro.
    Una cosa è prenderne atto a parole, un’altra è quella di metterle in pratica.
    Sotto l’aspetto filosofico (e premetto che sono ignorante in materia), cerco di applicare quanto il mio Maestro buddhista ha cercato di inculcare nella mia Mente. Distaccarsi dalla materialità e da ogni attaccamento ad essa legato. Visualizzare che la morte è solo un “passaggio” nel cerchio samsarico di nascita-morte-rinascita…
    Mi ha aiutato, un po’, lo ammetto… ma credo che la mia Mente sia troppo coinvolta a livello emotivo ed empatico per quanto concerne l’amore viscerale per mio padre, per i miei gatti e per quelle persone che ho profondamente amato… che ora non sono più qui con me.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...