Screen Shot 2016-03-15 at 13.18.52

Frankfurt School, Enrique Iglesias, Beethoven & The Pleasure

Someone told me that:

the Frankfurt School leads to a systematic devaluation of pleasure (you like pop songs instead of twelve-tone music? You’re a victim of the “administered society”).

Well, just have a look at the hits below. I mean, Enrique Iglesias’ song has more than one billion views. It’s a nice song, I like to dance it in pubs, but still…

Nothing against pop songs (more or less) but maybe, and I mean Maybe… we as humanity should reconsider the concept of pleasure…

I understand that the more difficult one piece of art is, the more difficult it is to like it, to get pleasure out of it. BUT taste can be trained. And that should happen in school, through television and new media, creating a virtuous circle instead of drowning in very enjoyable commercial shit. Sorry for French.

Screen Shot 2016-03-15 at 13.16.46

Screen Shot 2016-03-15 at 13.18.52

Now, please, listen to it. It’s one of the most beautiful peaces of art that humanity ever created:

(That’s a different one as, of course, the one with the most hits on youtube is not the best performance… and if you happen to find it played by Arturo Benedetti Michelangeli, well, go for it ;)

Oh, and by the way, here’s ‘One-dimensional man’ by Marcuse in pdf: Marcuse – One-Dimensional Man (Routledge, 1964,1991)

4 pensieri su “Frankfurt School, Enrique Iglesias, Beethoven & The Pleasure

  1. PS. non voglio togliere nulla alla musica di “facile” presa… ognuno ha i suoi gusti, è giusto che sia così. Forse con un tantino d’arroganza aggiungerò che è anche una questione di “vibrazione” (e tu sai a cosa alludo)… è chiaro che bisogna essere predisposti, non so se si possa veramente “addestrare” qc. all’ascolto della musica classica… Forse quel giorno che attenderai un bebè, potrai fare come ho fatto io: giorno e notte con le nocturnes di Chopin ;-) e vedi il risultato! Bacioni :-)c

    Mi piace

  2. Io sono stata molto fortunata perché sin da piccola ho ascoltato musica classica in casa dei miei genitori e mi sono abituata ad apprezzarne la complessità, o la semplicità, dipende. In questo senso credo che il mio orecchio sia stato addestrato a provare un piacere maggiore ascoltando Beethoven piuttosto che l’abominevole Iglesias. Sarebbe bello se tutti fossero fortunati come me :) ma ovviamente non è così, e del resto in uno stato sociale moderno dovrebbero essere anche le istituzioni a prendersi cura dell’educazione dei cittadini, no? E invece pensa che in Italia la musica nelle scuole non si insegna più… pensa che meraviglia sarebbe una volta a settimana ascoltare un concerto in aula magna!! :P
    Un abbraccio cara, ti auguro una splendida settimana!!
    e.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...