semiotics_by_pasqualemonaco-d8q4pv1

Manuale di Semiotica

La semiotica (dal termine greco σημεῖον semeion, che significa “segno”) è la disciplina che studia i segni e il modo in cui questi formano un senso (significazione). Considerato che il segno è in generale “qualcosa che rinvia a qualcos’altro” (per i filosofi medievali “aliquid stat pro aliquo”) possiamo dire che la semiotica è la disciplina che studia i fenomeni di significazione e di comunicazione. [Wiki Ita]

Manuale di base

Dal Manuale di semiotica – di Ugo Volli

1. Introduzione

2. Comunicazione

3. Segno

4. Strutture

5. Storie

6. Enunciazione

7. Interpretazione

***

Pagine-autore

In queste pagine sto raccogliendo un po’ di informazioni utili circa i principali semiologi. Le fonti sono principalmente Wikipedia e l’Enciclopedia Treccani, integrate ove possibile con altri siti web o manuali indicati man mano nel corso della trattazione.

Ferdinand de Saussure (1857 – 1913)

Langue e Parole – arbitrarietà del Segno – Significante e Significato

Charles Sanders Peirce (1839 – 1914)

Oggetto, Segno e Interpretante

Henri Brémond (1865 – 1933)

Bertolt Brecht (1898 – 1956)

Louis Hjelmslev (1899 – 1965)

Glossematica

Rudolf Carnap (1891 – 1970)

Vladimir Jakovlevič Propp (1895 – 1970)

Morfologia della fiaba e funzioni

– Emile Benveniste (1902 – 1976)

– Charles W. Morris (1901 – 1979)

– Roland Barthes (1915 – 1980)

– Roman Jakobson (1896 – 1982) 

Modello di comunicazione e funzioni

– Algirdas Julien Greimas (1917 – 1992)

Percorso generativo di senso – Schema narrativo canonico

– Luis Jorge Prieto (1926 – 1996)

– Gerard Genette (1930)

– Umberto Eco (1932) 

Autore e Lettore modello

– Chomsky

***

Termini chiave

Semiotica

Semiotica Interpretativa

Semiotica generativa

Sociosemiotica

Strutturalismo

Pragmatismo

Image: Semioticsby pasqualemonaco

2 pensieri su “Manuale di Semiotica

  1. Vorrei aggiungere due nomi di semiologi che non sono stati menzionati ma è giusto segnalare: J. M. Lotman (1922-1993) per la semiotica della cultura, come opera maggiormente significativa indicherei La Semiosfera;
    E. Landowski (1875-1961) per la sociosemiotica, la sua opera più siginficativa è La società riflessa

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...